Capitolo 1. La rivincita del testo



Per leggere ancora, sulla carta e sul web

Roy Peter Clark, Writing Tools, Little Brown 2006.
Il decano del Poynter Institute, docente di generazioni di giornalisti, ci propone 50 attrezzi per scrivere meglio, con gli esempi di come li hanno già efficacemente usati giornalisti e grandi scrittori.
Sul sito del Poynter Institute, anche il blog di Clark e gli attrezzi da ascoltare in podcast.

Annamaria Testa, Farsi capire, Rizzoli 2000.
A mio parere, il più bel libro di comunicazione scritto in italiano. E anche se questo mio libro non parla di pubblicità, la regina italiana dei copywriter è da sempre per me un nume tutelare.
Difficile scegliere tra i suoi libri. Nel dubbio, leggeteli tutti: La parola immaginata, Le vie del senso, i racconti di Leggere e amare, il piccolo Pubblicità, edito dal Mulino.
Annamaria Testa ha anche un sito, che aggiorna con i suoi articoli.

Donatella Bisutti, La poesia salva la vita, Mondadori 1998.
Che c’entra la poesia con la scrittura professionale? C’entra, e molto. “Capire noi stessi e il mondo attraverso le parole”, recita il sottotitolo. E dove si impara davvero a soppesare, guardare, ascoltare, amare le parole se non nella concentrazione esplosiva dello spazio poetico?
Se poi varcarne il territorio incute ancora troppa soggezione, si può cominciare da un libro che la Bisutti ha scritto per i bambini, L’albero delle parole (Feltrinelli 2002).

Get writing
Il portale sulla scrittura della BBC: comunità virtuali di cittadini-scrittori, corsi che vanno dalla scrittura di libri per bambini al resoconto di viaggi (tenuti da grandi scrittori), introduzione alla scrittura per la radio e la televisione, più la possibilità di creare la propria cartella con lavori e bookmark.